Il Centro del vulcanismo è storia.

Il Vulcanismo Centre si trova vicino alle Caverne di São Vicente, sulla scogliera di fronte al torrente São Vicente, in un incantevole villaggio sulla costa nord di Madeira, nel fondovalle, dove ha avviato la formazione dell 'isola. Combina la cultura e imparare con il tempo libero e l'intrattenimento, in un padiglione che permette sui visitatori 90 può guardare un modo educativo e divertente, spettacoli audiovisivi che ricreano l'evoluzione geologica delle grotte, l'eruzione di un vulcano e alla simulazione della nascita dell'arcipelago di Madera.


Parte 1

Questo spazio mira a completare la visita alle Grotte, spiegandole come esempio della formazione geologica di Madeira e diffondere le informazioni tecniche e scientifiche come centro che aggrega questa conoscenza. Il giardino con una predominanza di piante endemiche, attraversato da una serie di sentieri pedonali, dove gli elementi forestali ei corsi d'acqua si armonizzano in armonia, cercano di rendere omaggio all'acqua e alla vita.

Composto da sale 3 e un simulatore di ascensori, ha capacità per circa 90 persone contemporaneamente, con una dimensione di 12 metri di lunghezza da 7 metri alti e 10 wide.

Nella prima sala del Padiglione - Vulcani del Draghi della Terra, è una mostra composta da pannelli illustrativi e informativi, con l'obiettivo di diffusione e valorizzazione dei processi geologici, i famosi vulcanologi, i tipi di eruzioni vulcaniche, luogo mondo attività vulcanica attraverso una mappa del mondo, i miti, le credenze, il potere di creazione e distruzione di un vulcano.

Parte 3

Conoscere l'Origine e l'Evoluzione del Sistema Solare e della Terra è possibile solo se attraversiamo il tunnel temporale situato nel Padiglione, dove spiega che tutto questo processo è avvenuto circa 4550 milioni di anni fa. Questo tunnel ci porta a una seconda camera in cui la fonte e l'evoluzione Arcipelago legno è particolarmente ben mostrati, che fornisce uno spettacolo audiovisivo della durata di 10 minuti che modo didattico e ludico, spiega della nascita della Terra, vale a dire le isole di Madeira, Porto Santo, Desertas e Selvagens, derivanti dalla ricreazione di eruzioni vulcaniche. Lo spettacolo intende essere complementare alla visita delle Grotte, spiegandole come esempio della geologia di Madeira.

Il lungo processo evolutivo, che ha portato alla straordinaria varietà degli esseri viventi che compongono la flora e la fauna di Madeira che ora abitano, esalta la naturale attrazione e il valore ecologico di questa terra è dimostrato attraverso adeguatamente preparati a pannelli dettaglio, dove è possibile osservare gioielli nativi come Trocaz piccione (Columba Trocaz H), bis-bis (Regulus ignicapillus madeirensis H), il Tentilão (Fringilla coelebs S. madeirensis), la lumaca (Phaenacolimax madeirovitrina ruivensis), un gasteropode terrestre che usa il suo linguaggio segato per tagliare il cibo, la lucertola (Lacerta dugesii M.) e anche specie endemiche di insetti che caratterizzano un ecosistema un'isola atipica e quindi più interessante. Per quanto riguarda la flora, solo gli alberi predominanti sono esposti al alloro, l'alloro (Laurus azorica S), il (Ocotea foetens Ait.), The Vinhatico (Persea indica L.) e Barbusano (Appollonias barbujana ssp. Barbujana Cav.). In breve, non è solo un tesoro naturale di grande valore ecologico, ma anche una bella e sorprendente mosaico dove la vita assume forme che non si trovano in nessun'altra parte del mondo e la sua importanza economica e sociale, sia nel regime idrologico dell'Isola sia nel suo valore del paesaggio, hanno avuto un riconoscimento internazionale, che risultano onorevole Riserva Biogenetica feedback Consiglio d'Europa nel 1992 e Patrimonio naturale mondiale sotto l'egida dell'UNESCO in 1999.

 

Parte 5

La visita al Padiglione del vulcanismo termina con una proiezione audiovisiva ben progettata, in cui vengono ricreati tutti i passi necessari per la comprensione delle grotte stesse. La ricreazione di questa spettacolare e moderna proiezione contemplano i seguenti momenti: il Big Bang; la formazione dell'universo; la formazione della Terra; gli Oceani; i Vulcani; l'isola; l'acqua; gli esseri viventi, la vita e il legno di oggi.

La visita al centro vulcanico termina con una vista sul grande giardino delle piante endemiche.

 

 

Parte 2

Per quanto riguarda i famosi vulcanologi, Gaspar Frutuoso era considerato uno dei primi vulcanologi del mondo civilizzato nel XVI secolo, nel ventesimo secolo erano Zbyzewski, José Agostinho, Mendonça Dias, etc. Tuttavia, i vulcani hanno sempre affascinato i grandi filosofi greci come Eraclito, Pitagora, Platone, Aristotele, Empedocle e Plinio, che sono considerati i padri della vulcanologia. Il gesuita tedesco Kircher, Déodat di Gratet di Dolomieu e Lord Hamilton, i precursori della Vulcanologia nel XVIII secolo e il vulcanologo francese Alfred Lacroix sono stati considerati nel XX secolo, dopo aver esaminato l'eruzione del Monte Pelee in Martinica, che ha causato una "nuvola ardente "devastante. Conoscere vulcanologi Contemporanea (Tazzief Haroun e coppia francese Maurice e Katia Krafft) è possibile anche in questa stanza.

La costituzione e le tipologie di eruzioni vulcaniche come l'hawaiano, stromboliana, Pliniana e Vulcanian; vulcani come fonti di vita, le eruzioni storiche (Pompei Il 24 agosto del 1979, Pinatubo nelle Filippine il 15 giugno di 1991, tra gli altri); il potere della creazione e della distruzione dei vulcani; i benefici per l'uomo la salute (sorgenti calde) e come fonte di energia (Centro di Ribeira Grande a São Miguel); nella produzione di Geoproducts (zolfo, borace, rocce ignee e pietre preziose come diamanti, quarzo, feldspato e olivina) e il fenomeno del vulcano Capelinhos sull'isola di Faial, la 27 settembre 1957, sono questioni che sono molto bene evidenziato in questa stanza. Questa stanza svela e permette di vedere chiudere tutta l'attività vulcanica mondiale rappresentata in una mappa del mondo. La mitologia e le credenze di questi fenomeni sono anche i temi che abbondano in questa visita come è l'Hekla considerata la Porta Inferi in Islanda; l'Efeo, Dio di Fuoco in Grecia; La pelle, la dea del fuoco nelle Hawaii; il Lengai, il proprietario della vita e della morte in Africa; Bromo punizione in Indonesia e Fujiama, il protettore in Giappone. Vedere e conoscere il progetto materiale da un vulcano è possibile anche in questa sala, con l'esposizione di cenere, lapilli, pomici, lava corda, disgiunzione colonnare, ossidiana, ecc.

 

Parte 4

Per conoscere in dettaglio e vicino per vedere i magnifici paesaggi della valle di São Vicente, che forniscono una vista mozzafiato sul mare e sulla terra, scoprire dove più antiche formazioni dell'isola (sito di Lameiros), che è emersa più di 5 milioni degli anni è ora possibile attraverso un modello di scala (1 / 2400) della Valle di São Vicente presente al centro del vulcanismo.

La terza sala padiglione ci permette di conoscere l'enorme ricchezza naturale del arcipelago di Madeira, che è paragonabile solo alla sua bellezza - il Madeira Island Nature Riserve, come la Riserva Naturale delle Isole del deserto, una riserva naturale e Hayes, la Riserva Naturale di Garajau, la Riserva Naturale Rocha do Navio e la Foresta Laurissilva sono molto ben realizzate attraverso una proiezione audiovisiva, il cui scopo è quello di imparare, conoscere e conservarle.

Chi non ha mai voluto scoprire ciò che sta al di là della superficie terrestre? Adesso è possibile dare sfogo allo spirito avventuroso e andare dove nessuno osava andare fino ad oggi e sentire il pulsar delle profondità dell'isola in un fantastico viaggio verso l'interno della Terra. Raggiungere il nucleo della Terra è possibile solo attraverso la discesa simulata dell'ascensore, che consente al visitatore di attraversare un tubo di lava incandescente. Arrivato al nucleo della Terra, costituito essenzialmente da ferro, nichel e alcuni solfuri, è possibile verificare le diverse reazioni che lo costituiscono attraverso una serie di specchi. Tutto questo corso pretende di simulare una distanza di 3000 Km, che intende caratterizzare le diverse unità terrestri: la Crust (superficie della Terra), il Mantle e il Nucleo.

 

0
Visite 2016
0
Anni di esistenza
0
Durata Visita (min.)